Impianti antifurto

La nostra politica aziendale è l′istallazione di prodotti di qualità ed affidabilità, prerogative base per un sistema funzionale e pratico per l′uso quotidiano, ogni impianto è progettato secondo le necessità del cliente e delle caratteristiche del luogo di installazione, può essere cablato con cavi o totalmente wireless.

I sistemi antifurto possono essere composti da :

Rilevazione incedio

L′impianto di rivelazione automatica di incendio è un sistema di protezione antincendio come lo sono gli idranti, gli impianti di spegnimento di tipo automatico e manuale, etc. La legge 46/90 ed il successivo DPR 447 del 1991 definiscono inoltre quando il sistema di rivelazione automatica di incendio deve essere accompagnato da un progetto esecutivo redatto da parte di tecnico abilitato.

Per gli impianti di rivelazione incendio la norma di riferimento è la UNI 9795 modificata nell′Aprile 2005 "Sistemi fissi automatici di rivelazione, di segnalazione manuale e di allarme d′incendio". In tale norma si rimanda inoltre alle UNI EN 54-1-14 per i componenti dell′impianto e le norme CEI 20-36 e CEI 64-8 per le interconnessioni elettriche.

Una volta realizzato e messo in funzione il sistema di protezione antincendio è obbligo del datore di lavoro garantirne l′efficacia secondo i criteri definiti nell′allegato VI del DM 10 marzo 1998. Ciò si rende possibile unicamente attraverso controlli periodici (manutenzione con pulizia dei componenti collegati e test di funzionamento) che vengono eseguiti da ditte specializzate per attestare che il sistema sia sempre integro e funzionante; tali controlli devono essere debitamente riportati sul registro antincendio (le cui modalità di utilizzo sono fissate dal DPR 37/98) che diventa lo strumento necessario per dimostrare che tutto quanto richiesto dalle norme di buona tecnica per garantire l′efficacia dei sistemi di sicurezza è stato condotto regolarmente.

Nel caso degli impianti di rivelazione automatica di incendio i controlli periodici di manutenzione e funzionamento devono avvenire due volte all′anno con intervallo tra le due non minore di 5 mesi.
I sistemi di rilevazione incendio sono impianti elettronici fissi installati allo scopo di rilevare e segnalare automaticamente un principio di incendio nel minor tempo possibile.
Permettono la protezione della vita umana, la sorveglianza dei beni materiali e culturali, segnalando il pericolo tempestivamente, il loro scopo è:

Nella realizzazione di un impianto di rilevazione incendio in ambito civile devono essere rispettati i requisiti previsti dalla Legge 46/90, che richiama la regola dell′arte e dunque la UNI 9795. Solo il rispetto totale della UNI 9795 consente all′installatore di rilasciare la dichiarazione di conformità dei lavori alla "regola dell′arte".

Un impianto di rilevazione incendio deve essere correttamente installato e sottoposto a manutenzione periodica, non va assolutamente installato e dimenticato come fosse un "lampadario" , questi sistemi vanno visti come un solerte custode in allerta 24h/24H ,che puó salvare vite e beni , tutto dipende dai suoi "sensi " , olfatto ( sensori ottici che rilevano il fumo ) , tatto ( tramite sensori termici che rilevano un notevole sbalzo di temperatura ), vista ( sensori di scintilla per condotti industriali o zone ad alto rischio ) , voce ( sirene interne con pannelli luminosi "allarme incendio" ), perciò se periodicamente non puliamo il naso ( pulizia interna da polvere e insetti dei sensori ottici ) , gli occhi ( pulizia dei vetri dei sensori di scintilla ) , la gola ( sostituendo le batterie delle sirene e dei pannelli luminosi ), avremmo un custode che magari rileverà l′incendio ma non lo può urlare a nessuno oppure potrebbe comunicarlo ma non riesce a rilevarlo perché ha il naso sporco .


Toscoveneta impianti s.n.c. - Via Monte Sabotino 26 - 37012 Bussolengo - Tel 0457157958 - Fax 0456765217 - P. IVA 03991360235